Premio Roberto Rossellini

BANDO E REGOLAMENTO

 

ART. 1 – Organizzazione

“Cinema e Società”, in collaborazione “Ipermedia” – Club degli Editoriali

INDICE

Premio ROBERTO ROSSELLINI, indirizzato a sceneggiatori/sceneggiatrici di corto e mediometraggio, dotati della necessaria conoscenza delle regole di scrittura filmica, con il proposito di fornire loro l’opportunità di arricchire il proprio percorso professionale ed intraprendere l’attività cinematografica. Presidente del Premio, il produttore e regista Renzo Rossellini. Il Concorso vuole essere un omaggio a Roberto Rossellini, e – attraverso i previsti incontri/dibattiti – occasione di studio, permanente, dell’esperienza e la visione che gli furono proprie: il cinema etico e l’umanesimo, la ricerca di Verità nel frammento del presente e nell’interpretazione della Storia, l’urgenza di una “democratizzazione” culturale. Con l’impegno di dare seguito al suo Progetto audiovisivo d’Enciclopedia di Storia Universale ed un programma di alfabetizzazione alla cultura cinematografica, presso la Scuola, le accademie e l’università, in Italia e all’estero.

ART. 2 – Partecipazione

È aperta a sceneggiatori/sceneggiatrici maggiorenni, di nazionalità italiana o straniera. Il partecipante/la partecipante può concorrere con max n. 2 (due) sceneggiature, ciascuna delle quali della lunghezza di max n. 25 (venticinque) cartelle del formato A 4, dattiloscritte con carattere 12, spaziatura 1,5, se il riferite a cortometraggi; n. 35 (trentacinque) cartelle, se riferite a mediometraggi. Due le categorie:

A) Soggetto/Sceneggiatura Originali, B) Sceneggiatura da Testo Letterario (da un elenco di titoli preselezionati dall’Organizzazione). Il partecipante/la partecipante che volesse concorre in entrambe le categorie, non può presentare più di n. 1 (una) sceneggiatura per singola categoria. Il genere richiesto, per la categoria: A), è libero, con preferenza verso temi d’impegno sociale e umanesimo, rappresentazione del presente e ricorso alla memoria storica, quale richiamo al cinema rosselliniano.

ART. 3 – Iscrizione

È gratuita. Dovrà essere inoltrata online a: rfc.rossellini.contest@gmail.com entro e non oltre le ore 23,59 del 10 novembre 2021, inviando:

  • copia del presente Bando/Regolamento, debitamente firmato (con l’accettazione del contenuto dello stesso, il concorrente rinuncia ad ogni pretesa o rivalsa nei confronti degli Organizzazione del Concorso dei membri e della Giuria e di tutte e sollevandoli da ogni responsabilità in merito);
  • (all.n.1) scheda di partecipazione sceneggiature, debitamente compilata e firmata, attraverso cui va indicata la categoria prescelta. Nel caso si tratti della categoria B) vanno indicati i testi letterari che si richiedono, dall’elenco dei titoli preselezionati (vedi link: Opere Letterarie preselezionate www.romafilmcorto.it);
  • sceneggiatura/re in lingua italiana e nel formato pdf;
  • (all.n.2) soggetto/ti delle sceneggiature medesime (vale per entrambe le categorie A) e B), in lingua italiana e nel formato pdf, della lunghezza di n.2 (due) cartelle nel formato pdf, il carattere e la spaziatura sono quelli sopraindicati;
  • (all.n.3) curriculm dell’autore;
  • (all.n.4) liberatoria;

L’iscrizione sarà ritenuta valida solo se completa di tutto il materiale richiesto. La documentazione inviata non verrà restituita, a prescindere dall’esito della selezione, e verrà mantenuta nell’archivio dell’Organizzazione.

ART. 4 – Privacy

Il partecipante dà, fin d’ora incondizionato assenso, ai sensi del Regolamento Europeo n. 679/2016 (GDPR) in materia di privacy e in linea con i nuovi regolamenti sulla protezione dei dati personali entrati in vigore il 25 maggio 2018. Compete al partecipante il diritto, di cui all’art. 7 del Decreto legislativo n. 196/2003, di chiedere la cancellazione, l’aggiornamento, la rettifica/integrazione dei dati, o di opporsi – per motivi chiaramente legittimi – al trattamento dei dati medesimi. Diritto che potrà essere esercitato scrivendo, tramite posta raccomandata, a: “Cinema e Societa’”, via della Camilluccia, 79 Int.3 – 0035 Roma.

ART. 5 – Diritti e Obbligazioni

L’Autore (o gli Autori se l’opera è scritta a più mani) della sceneggiatura, – partecipante/ti alla categoria: A) – deve/devono essere il titolare/i titolari dei diritti di utilizzo e sfruttamento del soggetto/sceneggiatura medesimi, i quali non dovranno risultare mai stati ceduti a terzi. Tutti i diritti relativi, rimarranno a tutti nella piena ed esclusiva titolarità degli Autori. Qualora la sceneggiatura si rivelasse non libera da diritti di terzi o non nella titolarità dell’autore della stessa, quest’ultimo verrà escluso dal Concorso, fatti salvi i diritti dell’Organizzazione alla completa manleva e risarcimento di danni che dovessero derivare a causa della sopra menzionata violazione. In caso di partecipazione alla categoria B), i diritti di utilizzo e sfruttamento appartengono all’autore del testo letterario, sia esso edito o inedito.

È condizione indispensabile che nessuna sceneggiatura sia stata già pubblicata o premiata in altri concorsi in Italia e/o all’esterno, ne che sia già stata già oggetto, in passato, di trasposizioni filmiche. È, infine, preclusa la partecipazione a concorrenti che abbiamo già partecipato e vinto alla sezione “Libro da Vedere”, dell’International Fest Roma Film Corto, per più di due volte. Il partecipante – titolare della disponibilità legale della sceneggiatura – resta il responsabile in proprio della paternità della sceneggiatura medesima, liberando l’Organizzazione e gli altri enti promotori e/o patrocinatori, da qualsiasi responsabilità, presente e futura. Con l’iscrizione al Concorso, il partecipante accetta, implicitamente, gli articoli dall’1 al 10 del presente Regolamento e risponde del contenuto delle sua opera e garantisce che i diritti della sceneggiatura non ledono in alcun modo diritti di terzi e di altri autori, soggetti ritratti, cessionari di diritti, ecc.

In partecipante, altresì, qualora concorresse nella categoria B), accetta di non poter effettuare un utilizzo/pubblicazione, anche se parziale – differente da quello proposto dal presente regolamento – dell’opera letteraria, anche se inedita, prescelta, i cui diritti sono di esclusiva proprietà delle case editrici e/o degli autori.

ART. 6 – Commissioni e Giuria

La Direzione artistica provvederà alle selezione di n.2 (due sceneggiature) per la categoria A), ed altrettante per la categoria B).

L’Organizzazione nominerà una Giuria qualificata, che proclamerà le due sceneggiature vincitrici e provvederà all’assegnazione dei riconoscimenti destinati ai vincitori della sezione video, fatta eccezione per la sezione Cinema Solidale, i cui vincitori, assieme a quelli della sezione riguardante le esibizioni dal vivo, saranno proclamati da una Giuria popolare composta da studenti di scuola media superiore, università, accademie e scuola di cinema.

Le scelte della Direzione artistica e delle Giurie sono insindacabili. Se, per cause di forza maggiore, la costituzione e il lavoro delle Giurie non potessero aver luogo, sarà l’Organizzazione ad indicare i nomi dei vincitori.

ART. 7 – Comunicazione Selezione Ufficiale e Calendario Festival

La Segreteria del Concorso provvederà, a partire dal 1° dicembre 2018, a pubblicare i titoli e gli delle sceneggiature finaliste, insieme al programma completo dell’Evento sul sito ufficiale del Festival: www.romafilmcorto.it

ART. 8 – Premi

La Giuria assegnerà i Premi ROBERTO ROSSELLINI alle 2 migliori sceneggiature (ciascuna per categoria A) e B), che consisterà, oltre alla consegna del relativo Riconoscimento, al finanziamento e la produzione della trasposizione della sceneggiature in cortometraggio/mediometraggio. L’Organizzazione supporterà i vincitori, nella stesura e definizione del preventivo, piano di lavorazione e produzione.

I vincitori s’impegnano a citare, in ognuno dei contratti di cessione e/o concessione e/o licenza dei diritti sulla sceneggiature di cui sono autori, l’obbligo per il Cessionario/Concessionario/Licenziatario di menzionare l’attribuzione del Premio ricevuto. I vincitori medesimi s’impegnano inoltre, a riportare logo e dicitura del Premio ROBERTO ROSSELLINI nei titoli di testa dell’opera filmica, sul frontespizio delle pubblicazioni stampa, ed in tutte le forme di lancio promozionale/pubblicitario (comunicati stampa, home page di siti internet, locandine, manifesti, pagine Facebook, Twitter, Instagram, altro); stessi obblighi, infine, verso enti finanziatori (secondo quanto preventivamente stipulato) verso enti/fondazioni/imprese, finanziatrici e/o enti patrocinanti.

ART. 9 – Eventuali Modifiche /Variazioni

L’Organizzazione ha la facoltà di modificare e/o rettificare le norme del presente regolamento – compresa qualora non ne ravvisassero le condizioni, rendendolo noto tempestivamente agli interessati.

ART. 10 – Controversie

In caso di controversie tra i partecipanti al Concorso e l’Organizzazione, relative alla comprensione/interpretazione di ognuno degli articoli del presente Bando e Regolamento e all’applicazione degli stessi, si renderà necessario il deferimento ad un Collegio Arbitrale (composto da tre membri: in rappresentanza delle due parti, e dal terzo nominato da entrambi oppure dal Presidente della Camera Arbitrale del C.C.I.A.A. di Roma), a cui spetterà il giudizio – a norma degli articoli 806 e ss. c.p.c – entro 120 giorni dalla sua costituzione.

Info: rfc.rossellini.contest@gmail.com   Tel. +39 06 35348882   www.romafilmcorto.it